IT EN     Tel.: +39 0422 331850     WhatsApp: +39 351 5105708     impex@impexcolor.com

Marmorino Venezia Fine

Photo Gallery

Clicca sull'immagine desiderata per visualizzarne l'ingrandimento

Marmorino Venezia Fine
CARATTERISTICHE
Il Marmorino Venezia Fine è una miscela di particolari e selezionate polveri e graniglie di marmo, con altri ingredienti minerali con prevalenza calce, e da additivi vari che facilitano la messa in opera e garantiscono un ottimo ancoraggio al supporto.
È il caratteristico marmorino già in uso qualche secolo fa nelle ville e nei palazzi più importanti, oggi riproposto dalla IMPEX COLOR in versione attuale, utilizzando le formule antiche, ma fabbricato con moderne tecnologie.
 
Il Marmorino Venezia Fine può essere applicato sia all'interno che all'esterno; per la particolare composizione minerale, il marmorino ha una buona resistenza all'umidità, e alle muffe, ha un'elevatissima traspirabilità, pur conservando una sufficiente idrorepellenza.
 
PREPARAZIONE DEL PRODOTTO
Miscelare il Marmorino Venezia Fine con il 40% - 45% circa di acqua pulita, utilizzando un mixer a bassa velocità; lasciare riposare il materiale impastato per almeno 15 - 20 minuti prima dell'uso.
 
APPLICAZIONE
Dopo aver trattato in modo adeguato i fondi, vedi scheda tecnica "preparazione dei fondi", applicare un primo strato di Marmorino Venezia nel caso di intonaco grezzo, facendo attenzione a stendere in modo uniforme e planare il prodotto, a non fare sbavature, righe o sormonti. Si può usare il Marmorino Venezia Fine anche per la prima mano su superfici non molto grezze.
 
Dopo circa 12 ore, a seconda dell'assorbimento e della temperatura ambientale si applica la seconda mano di Marmorino Venezia Fine, con lo stesso procedimento della prima mano, e prima che sia completamente asciutta, applicare la terza mano facendo pressione; quando il prodotto comincia ad asciugare, lucidare col frattazzo inox facendo progressivamente sempre più pressione.
È importante questa fase perchè è in questo momento che si riesce a compattare e a lucidare il Marmorino Venezia Fine.
 
Consigli ulteriori: in stagione estiva o con intonaci molto assorbenti è bene bagnare le facciate prima dell'applicazione della prima e anche della seconda mano.
Proteggere, nel caso di interventi all'esterno, la parete per almeno 3 giorni dall'applicazione del Marmorino Venezia Fine, specialmente nei periodi di elevata umidità.
Nei periodi di elevato caldo, nel caso di applicazione all'esterno, applicare il prodotto riparando la parete dai raggi del sole diretto.
 
Il Marmorino Venezia Fine ha i colori naturali, è il tipo di marmo impiegato che ne dà la tonalità.
All'interno il Marmorino può essere trattato anche con cere trasparenti per ottenere brillantezza e protezione.
All'esterno per ridurre l'effetto "bagnato" si può applicare, dopo almeno 15 giorni, il nostro protettivo a base silossanica SILATOP COAT HIDRO.
Non applicare il prodotto con una temperatura superiore ai + 35°C ed inferiore ai + 8°C.
 
DATI TECNICI
Resa: 0,4 - 0,5 Kg/mq per mano circa.
Confezioni: vasi da 15 Kg. e 4 Kg.
Peso specifico: 0,9 circa a 20°C.
Essiccazione: al tatto 2 ore, in profondità 24 ore.
Colori naturali: bianco, giallo.
 
AVVERTENZE IMPORTANTI
Tutti i prodotti a base di calce sono notoriamente molto sensibili alle diverse e disomogenee condizioni di essiccazione dovute a differenti assorbimenti del supporto.
Per evitare macchiature, differenze d'uniformità e di intensità di tinta, specialmente nel caso di ripristini di intonaco o residui di vecchie tinteggiature, è indispensabile valutare correttamente le caratteristiche del supporto e pre-trattarlo adeguatamente.
L'applicazione del prodotto deve essere effettuata su intonaci stagionati (min. 28 gg.) e di accertata consistenza. Il sottofondo deve essere esente da materiali che possono pregiudicare l'aderenza del prodotto (grasso, vernici, vecchie pitture a base sintetica, distaccanti).
Per applicazioni su intonaci a civile a base di malte fini di calce con scarso o nullo contenuto di cemento e su intonaci premiscelati caratterizzati da elevata porosità e altissimo assorbimento, si rende sempre necessaria una corretta valutazione delle caratteristiche del supporto prima di iniziare l'applicazione della finitura.
 
Bisogna sempre tenere presente che:
 
un intonaco troppo assorbente è causa di essiccazione troppo veloce della finitura e quindi di minore ancoraggio della stessa;
un intonaco con presenza diffusa di micro-cavillature sarà probabilmente destinato a distaccarsi dal supporto e comunque le cavillature si presenteranno nel tempo più evidenti sulla finitura a base minerale;
un intonaco che una volta inumidito si sgretoli facilmente, non può sopportare la sovra - applicazione di finiture ad elevato ancoraggio;
una malta fine di sola calce scarsamente coerente, non sopporterà l'energica azione di schiacciamento data dal frattazzo durante l'operazione di lucidatura della finitura minerale e potrà distaccarsi dal sottostante intonaco grezzo, specie se premiscelato.
Alla luce di quanto sopra, si dovrà stabilire se l'intonaco è o no idoneo a ricevere certi tipi di finitura. Su questi supporti, è consigliabile quindi effettuare un sondaggio mediante martellinatura per verificare l'ancoraggio degli strati e, se del caso, una preventiva applicazione di prova della finitura, sempre previo trattamento del fondo con una o più mani ben distribuite di PRIMER MINERALE s. 103 allo scopo di consolidare il più possibile e regolare l'assorbimento del supporto.
Non mescolare eccessivamente il prodotto prima dell'uso con agitatori meccanici per evitare la diminuzione di viscosità tipica del grassello di calce, qualora sia necessario mettere in tinta il prodotto, attendere possibilmente 24 ore prima di applicarlo.
Non applicare con temperature inferiori ai + 8°C e superiori ai + 35°C tenendo conto anche del necessario tempo di presa ed essiccazione (mediamente 4-6 ore). Non applicare in presenza di vento e scarsa umidità atmosferica ne' su supporti troppo riscaldati dal sole.
 
In presenza di eccessiva umidità atmosferica il prodotto rimane sensibile alla pioggia per oltre 48 ore, proteggere quindi adeguatamente il lavoro eseguito per evitare slavature e macchie.
Per ottenere i migliori risultati applicativi è indispensabile che sia particolarmente curata l'uniformità della stesura sia come spessori applicati che come metodiche di spatolatura e lucidatura. L'ultima mano di finitura deve essere applicata non oltre 12 ore dalla stesura delle mani precedenti. Per aumentare la resistenza del prodotto applicato all'esterno, senza diminuirne la traspirabilità, sulla superficie perfettamente asciutta si può applicare una o più mani a pennello dell'idrorepellente in emulsione acquosa IDROTOP - S56 o dell'idrorepellente silossanico specifico per prodotti a calce SILATOP COAT. La corrispondenza delle tinte di cartella e la realizzazione di tinte al campione, sono condizionate dalle particolari caratteristiche della calce, che può comportare differenze anche sensibili rispetto al riferimento, in funzione dei pigmenti impiegati, della stagionatura del prodotto, dell'assorbimento del supporto e delle condizioni d'applicazione